Approcci per la caratterizzazione dei siti inquinati

La caratterizzazione dei siti inquinati è basata principalmente sui valori di contaminazione, tuttavia è importante considerare che la qualità di un ecosistema si basa anche sulla valutazione dell’attività e biodiversità dei microroganismi naturali del suolo che hanno un ruolo chiave nella rimozione e degradazione contaminanti, fornendo il servizio ecosistemico di regolazione. I microrganismi sono i principali responsabili della fertilità di un suolo, hanno un ruolo chiave nella degradazione e dei contaminanti organici e contribuiscono al fitocontenimento/estrazione di quelli inorganici. Pertanto sarebbe importante introdurre lo studio delle comunità microbiche per valutare la qualità di un suolo e le potenzialità di biodegradazione prima di un intervento di recupero.
Questo approccio è propedeutico per valutare la possibilità di attuare un intervento di biorimedio o di biorimedio fitoassisitito e dovrebbe essere inserito nella normativa attuale, sia prima che dopo un intervento di biorecupero.

Anna Barra Caracciolo PhD Ecology

Anna Barra Caracciolo PhD Ecology
AZERO Antibiotics Project Coordinator
Istituto di Ricerca sulle Acque, IRSA – Water Research Institute
Consiglio Nazionale dell Ricerche, CNR – National Research Council
Via Salaria km 29,300 – 00016 Monterotondo (Rome) Italy
Soil and Water Bioremediation Teaching – Master Degree in Ecobiology
Sapienza University, Rome